venerdì 10 gennaio 2014

Regali

Il 10 gennaio deve festeggiarsi una qualche ricorrenza che non conosco. 

Appena messo il muso fuori di casa, nel silenzio delle 7 e 24, i miei occhi hanno avuto un sobbalzo di sorpresa. 
Qualcuno aveva appeso un cuore sopra al cancelletto d'ingresso. 
Un cuore piuttosto grande, arzigogolato e cristallino, ritagliato con una certa maestria. 
Che gesto stupendo e strampalato, mi sono detta. Chissà per chi è. 
Ero a metà tra il sorriso e lo spavento, mentre mi avvicinavo, come se questo cuore avesse potuto travolgermi o attaccarmi. 
Sembrava vivo. 
Sembrava fatto di filamenti sottili, sui quali la luce si posava in piccole gocce, in perle trasparenti. 
Che strano pensiero, che disegno elaborato. 


Era una ragnatela. Una ragnatela vagamente a forma di cuore. 
Mi sono allontanata lungo la mia strada trattenendo una risata, per lo scherzo dei miei occhi appena svegli, per il solletico che aveva dato alla mia fantasia. 

Ma, ripeto, il mondo deve festeggiare qualche ricorrenza a me non nota, il 10 di gennaio. 

A passo svelto, le mani nelle tasche, mentre raggiungevo la fermata dell'autobus, con la coda del mio occhio non strabico ho visto una rosa. 
Nei giardini ne crescono di rose, ma alla mia sinistra non c'erano giardini, solo la collinetta che costeggia il fiume, coi suoi alberi sparsi, le sue case in discesa e i suoi recinti di galline. Ho fatto un passo indietro e ho sbirciato bene. 
Non era una rosa: erano due rose e una bottiglia. 
Due rose dentro a una bottiglia. 
Non mi stavo sbagliando, questa volta, erano proprio lì, ai piedi di un albero, i resti di una qualche celebrazione nascosta, segreta, consumata in fretta e in fretta abbandonata. 
Non gettata via – le rose, pur se a testa bassa, se ne stavano in piedi nel loro collo di bottiglia, come se qualcuno le avesse sistemate con cura, prima di fuggire. 


Ho pensato all'infinito reticolo di storie che ci circondano ad ogni passo, mentre mi infangavo le scarpe per avvicinarmi a quel vaso improvvisato. 
Ho pensato che non potevo sapere in alcun modo quali sentimenti avessero portato alla nascita di quel gesto – anche se potevo immaginarli, certo. 
So che per un attimo sono stata pervasa di dolcezza, l'attimo dopo ho intravisto solitudine e poi stento. So che mi sembra di comprendere gli oggetti, di avvertirne la vita su ogni spigolo, ma che fatico ad afferrare le persone. 

Non erano ancora le 8 e già potevo vantare di aver ricevuto due regali: due rose in una bottiglia e una ragnatela cuoriforme appesa di fronte al mio condominio. 
Regali che ho rubato per un attimo, furtivamente, ma che ho lasciato al loro posto.
Una vita, o forse un paio, di cui mi sono impossessata senza rendermene del tutto conto. 

Ho continuato la mia strada sempre con le mani nelle tasche, sempre a passo svelto. 
Il mondo si è svegliato romantico, stamattina. 
Io pure, ma ormai ci ho fatto l'abitudine.




14 commenti:

  1. Questi sono gli splendidi regali che la vita (anche quella altrui) ci lascia per strada e che non tutti riescono a vedere.

    Ti mando un grande bacione e un abbraccio ancor piu' grande, ci aggiungo anche un sorrisone :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e io ricambio tanto, naturalmente :)

      Elimina
  2. Ciao, scopro il tuo blog da Topogina... mi piace come e cosa scrivi e mi segno per seguirti dal mio secondo blog http://semplicementesenzatempoeillusioni.blogspot.it/
    Ciao : )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania! Grazie per essere passata di qua :)
      Noto che anche a te "riesce più facile scrivere che parlare", bé, inutile dire che comprendo bene la sensazione!

      Ciao, ti auguro una buona serata! :)

      Elimina
  3. Che bello vedere il mondo con occhi attenti, ci sono tante sorprese che ti portano dentro storie sconosciute.
    Piace anche a me come scrivi.
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Norma,
      Grazie :)
      Mi piace sempre moltissimo osservare le piccole cose che mi ritrovo intorno e immaginare le loro storie (poi, ecco, magari inciampo nel primo gradino).

      Buona serata!

      PS: non è strano scrivere ad una persona col tuo stesso nome? Non mi era mai capitato prima!

      Elimina
  4. Ciao, grazie per essere passata a trovarmi.Il tuo post mi ha fatto venire la pelle d'oca!Anche io osservo attentamente il mondo che mi circonda e spesso mi soffermo a fantasticare su certi particolari che ad altre persone sfuggono!Mi fa piacere averti conosciuta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie a te!
      Piacere mio, verrò a trovarti spesso per rubare qualcuna delle tue idee ;)

      Elimina
  5. Sono capitata nel tuo blog, perché ho visto che ti sei aggiunta da me. E niente...volevo farti i complimenti per questo post che è davvero bellissimo. Magari tutti avessero i tuoi occhi in grado di prendersi due secondi per rendersi conto delle cose belle che ci sono intorno.
    Brava! Forse ogni giorno ha qualcosa da festeggiare, in fondo.

    Buona giornata, Eli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse ogni giorno ha qualcosa da festeggiare....credo proprio di sì!
      Grazie per essere passata, buona giornata a te!

      Elimina
  6. Ma. che. bellezza.
    Queste piccole cose che ti fanno emozionare...e poi tu lo hai scritto benissimo :)

    RispondiElimina
  7. Bellissimo racconto, bellissime emozioni! *.*
    Difficile allenare la mente a scorgere le bellezze che ci offre ogni giorno la natura, la vita...a volte si fa fatica persino ad osservare e capire ciò che succede in casa propria.
    Ma se si impara a non chiudersi in se stessi, si vive davvero anche più di una vita... solo per un attimo? Che importa...è bellissimo!
    Grazie per questa tua esperienza *.* L'ho apprezzata tanto!

    Mi presento! Sono Jenny e trovo che il tuo blog sia davvero molto interessante. Adoro la cosmesi e tutto ciò che implica creatività e fantasia e cerco di scoprirne sempre di più... e da oggi lo farò anche grazie a te. Mi sono iscritta tra i tuoi lettori fissi! ^_^

    Ho creato anche io da poco un blog e se ti andrà di ricambiare l'iscrizione (sempre se sarà di tuo gradimento), ne sarei felice, mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi... e poi sarà come scambiarci un pensierino di Buon Anno (siamo ancora in tempo spero! eheh ) *.*
    Il blog è:

    http://lastanzadellesorprese.blogspot.it/search/label/Ingresso

    ...ti aspetto se vorrai!
    Jenny

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jenny! Grazie per essermi passata a trovare. Se con questa piccola "avventura" sono riuscita a trasmetterti qualcosa di bello ne sono davvero felice :)
      Ricambio volentieri la visita e sì, siamo ancora in tempo per augurarci buon anno, almeno fino all'inizio del prossimo! ;)

      Norma

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...